Giugno 13

AGEVOLAZIONI ASSUNZIONI ANNO 2019

Esonero contributivo per le assunzioni di giovani con contratto di lavoro a tempo indeterminato – per i datori che, dal 1° gennaio 2018, assumono o trasformano lavoratori con contratto di lavoro a tempo indeterminato.
Due requisiti:
• l’assenza di precedenti rapporti a tempo indeterminato;
• un’età inferiore ai 30 anni (massimo 29 anni e 364 giorni).
In aggiunta il datore di lavoro:
• Nei sei mesi precedenti all’assunzione non deve aver licenziato per giustificato motivo oggettivo ovvero non deve aver effettuato licenziamenti collettivi, nella medesima unità produttiva;
• nei sei mesi successivi all’assunzione incentivata, non deve licenziare il lavoratore assunto con l’incentivo né qualsiasi altro lavoratore a parità di unità produttiva ed inquadramento.
Beneficio: pari al 50% dei contributi previdenziali (escluso contr. Inail), per un massimo di 3.000 € annui; il tutto riparametrato e applicato su base mensile con una durata massima di 36 mesi, decorrente dalla data di assunzione fino all’eventuale interruzione del rapporto.

Nuovo esonero contributivo per l’assunzione di giovani lavoratori di età non superiore ai 35 anni per il biennio 2019 – 2020: Per gli under 35 e per gli anni 2019-2020, assunzione incentivata con esonero del 50% dei contributi (esclusi contributi Inail) nel limite massimo di 3.000 euro su base annua.
Il lavoratore:
– non deve aver compiuto 35 anni di età;
– non deve mai essere stato occupato a tempo indeterminato, con il medesimo o con altro datore di lavoro, ad eccezione di eventuali precedenti periodi di apprendistato svolti presso un altro datore di lavoro e non proseguiti in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.
L’esonero under 35 non è ancora utilizzabile in quanto non è stato ancora emesso il decreto attuativo e la relativa circolare Inps.

Bonus contributivo al 50% per lavoratori di età non inferiore a 50 anni– per i datori di lavoro che assumono con contratto di lavoro a tempo determinato, trasformano o assumono a tempo indeterminato lavoratori di età non inferiore ai 50 anni e disoccupati da oltre 12 mesi.
È riconosciuto uno sgravio del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per un massimo di:
• 18 mesi in caso di assunzione a tempo indeterminato o di trasformazione da un contratto a termine;
• 12 mesi in caso di assunzione a termine;
Tale forma di incentivo è, inoltre, applicabile alle assunzioni di donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno:
• 6 mesi se residenti in aree svantaggiate;
• 24 mesi, ovunque residenti, ad eccezione delle aree svantaggiate.

Incentivo occupazione Neet – per i datori di lavoro che, dal 1˚ gennaio al 31 dicembre 2019, assumono giovani lavoratori di età inferiore ai 30 anni iscritti al «Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani».
I rapporti per i quali viene garantita la decontribuzione sono:
• contratto a tempo indeterminato,
• apprendistato professionalizzante,
• rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro
• somministrazione (sia indeterminata, sia a termine).
La misura dell’incentivo riconosciuto ai datori di lavoro, da fruire entro il 28 febbraio 2021, è pari ad un importo massimo di 8.060 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

Esenzione contributiva per l’assunzione di giovani eccellenze – per i datori di lavoro che assumono – entro il 31/12/2019 – a tempo indeterminato (anche part time), giovani laureati con i seguenti requisiti:
• laurea magistrale con votazione di “110 e lode” e media ponderata non inferiore al 108/110, conseguita nel periodo tra il 1˚ gennaio 2018 e il 30 giugno 2019;
• cittadini, entro il 35esimo anno di età (34 anni e 364 giorni), in possesso di dottorato di ricerca conseguito tra il 1˚ gennaio e il 30 giugno 2019.
Il bonus riguarda tutti i datori di lavoro privati e consiste in uno sgravio totale (100% dei contributi Inps a carico azienda) per 12 mesi dall’assunzione fino ad un massimo di 8.000 euro. L’esonero si applica anche alle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato avvenute entro il 31/12/2019. Occorre precisare che con riferimento all’esonero per l’assunzione di giovani eccellenze si è ancora in attesa della relativa circolare dell’Inps.

Incentivo assunzione beneficiari Naspi – per i datori di lavoro che assumono a tempo pieno e indeterminato lavoratori beneficiari di Naspi per un ammontare (per ogni mensilità di retribuzione corrisposta al lavoratore) del 20% dell’indennità mensile residua che sarebbe stata corrisposta al lavoratore.

Incentivo per assunzione lavoratori in CIGS – per l’assunzione, con contratto a tempo pieno e indeterminato, di lavoratori in CIGS da almeno 3 mesi e di dipendenti di aziende in CIGS da almeno 6 mesi.
Lo sgravio consiste:
– nell’applicazione della contribuzione del 10% pari a quella versata per gli apprendisti;
– contributo del 50% dell’indennità che sarebbe spettata al lavoratore, per i seguenti periodi
• 9 mesi per lavoratori fino a 50 anni di età;
• 21 mesi per lavoratori con più di 50 anni di età.

Assunzione in apprendistato di lavoratori di qualsiasi età ai fini della loro qualificazione o riqualificazione professionale – assunzione in apprendistato professionalizzante di lavoratori percettori di trattamento di disoccupazione, senza limiti di età.

Novembre 30

ULTIMO MESE PER ASSUMERE AL RISPARMIO

Con la fine del 2016 terminano una serie di agevolazioni sulle assunzioni.
1. BENEFICI COLLEGATI ALLE ASSUNZIONI DEGLI ISCRITTI ALLE LISTE DI MOBILITA’
La prima uscita di scena è quella dei benefici collegati all’assunzione di lavoratori iscritti alle liste di mobilità, per via dell’abolizione di queste ultime. Dal 1° gennaio 2017 scompare, infatti, l’agevolazione per le nuove assunzioni di lavoratori in mobilità sia a tempo indeterminato che a tempo determinato ovvero per le trasformazioni a tempo indeterminato di iniziali contratti a termine, in via agevolata. Le aziende che hanno in organico lavoratori assunti con questo tipo di bonus devono operare un’attenta valutazione sul da farsi per cercare di ottenere gli eventuali vantaggi residui.
2. ESONERO CONTRIBUTIVO DEL 40%
Termina anche l’incentivo disciplinato dalla legge Stabilità 2016.
È uno sgravio che si applica sulle assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016, alle seguenti condizioni:
a) lo sconto vale il 40% dei contributi sui nuovi assunti;
b) ha durata biennale, cioè di 24 mesi;
a) lo sconto soggiace al limite massimo di 3.250 euro annui.
L’incentivo si applica solamente alle assunzioni stabili, cioè quelle con un contratto a tempo indeterminato, anche
se per effetto di trasformazioni di precedenti rapporti a termine. Non si applica ai contratti di apprendistato e domestici.
3. SUPER BONUS PER TIROCINANTI DELLA GARANZIA GIOVANI
Altro incentivo in scadenza è quello c.d. superbonusoccupazione, legato al piano di Garanzia